Vetro

Secondo la definizione del vetro come solido completamente permeabile alla luce visibile, si annoverano nella categoria del vetro anche le plastiche cristalline e vari altri materiali amorfi, compresi perfino i metalli con struttura amorfa. La struttura amorfa è decisiva per la proprietà del vetro. L'assorbimento luminoso è una proprietà del reticolo cristallino. Se manca il reticolo cristallino, non si verifica alcun assorbimento nell'area visibile. Le strutture amorfe si ottengono per solidificazione da urto quando le molecole e gli atomi di una fusione non hanno il tempo di disporsi in una struttura reticolare durante il raffreddamento. Si crea così un "liquido solidificato". Gli atomi e le molecole restano disposti come nella fusione, ma sono immobili. Il componente principale del vetro è SiO2. SiO2 crea in natura un quarzo altamente cristallino. A seguito della solidificazione da urto, SiO2 può solidificarsi in modo del tutto amorfo. Il vetro può esistere come SiO2 allo stato quasi puro (>99%). In questo caso si parla di vetro di quarzo. Analogamente al vetro borosilicato (ca. 15% B2O3) il vetro di quarzo è quasi insensibile all’effetto dell'acidatura. Per tale motivo, il vetro di quarzo e il vetro borosilicato vengono utilizzati come materiali per i recipienti e le finestre della camera del plasma . Anche diverse materie plastiche possono solidificarsi in modo completamente amorfo, soprattutto il PMMA e il policarbonato. Per questo motivo le materie plastiche amorfe vengono anche denominate vetri organici.

torna al glossario

+49 7458 99931-0

Contatti telefonicamente un esperto

info@plasma.com

Ci comunichi la sua richiesta

Richiedere un preventivo

Sa esattamente cosa le serve?