Tecnologia del vuoto di Diener electronic

Che cos'è il vuoto?

Avviare la richiesta

 

Colloquialmente il vuoto viene anche denominato "pressione negativa". Nella definizione fisica si dice anche che la materia è assente da uno spazio. Nella tecnica del vuoto, la rispettiva unità di misura p è assoluta. L'unità più comunemente usata per il vuoto è il  millibar (mbar).

Assoluta  significa che la pressione corrisponde al valore normale di pressione di 1013 mbar. In questo caso il vuoto assoluto è di 0 mbar. Se la pressione è espressa come pressione relativa, il vuoto assoluto è di -1013 mbar, mentre la pressione atmosferica è di 0 mbar. La pressione differenziale è la pressione che si trova tra due punti di misura. Il grafico sottostante chiarisce ulteriormente questo aspetto.

Nella tecnologia del vuoto, la pressione viene solitamente indicata come pressione assoluta.

Si distinguono diverse gamme di vuoto. Si distingue tra:

vuoto grossolano                    (GV) 1000 – 1 mbar

vuoto fine                      (FV) 1 – 10–3 mbar

vuoto elevato                    (HV) 10–3 – 10–7 mbar

Vuoto ultraelevato          (UHV) 10–7 – (10–14) mbar

Gli impianti per il vuoto di Diener electronic funzionano solitamente con vuoto grossolano e fine. Per speciali applicazioni possono essere realizzati anche impianti per alto vuoto.

Camere da vuoto in alluminio

Sistema a camera flessibile unico nel suo genere

Ulteriori informazioni

Per quali scopi possono essere utilizzati gli impianti per vuoto di Diener electronic?

Gli impianti per vuoto di Diener electronic vengono utilizzati sia nel campo della ricerca e dello sviluppo sia nella produzione in serie. Di seguito sono descritte alcune applicazioni tipiche:

Degassificazione sottovuoto

Nella degassificazione sottovuoto, le sostanze volatili come i solventi o l'umidità vengono rimosse mediante un processo controllato. Molti materiali devono essere degassati per eliminare gli effetti negativi delle sostanze volatili. Effetti negativi possono essere, ad esempio: odori sgradevoli, perdita di adesione durante l'incollaggio, la verniciatura o il rivestimento. Per la degassificazione, i componenti vengono esposti ad un vuoto definito. Spesso il vuoto viene azionato in rampe.

Nel grafico è illustrato un processo di degassificazione esemplificativo, con rampe di pressione. La raffigurazione è idealizzata. Nella prassi, l’impianto impiega alcuni secondi per raggiungere la successiva rampa di pressione. Le singole pressioni vengono mantenute per un certo intervallo di tempo, prima di accedere alla rampa successiva. Per accelerare il processo, nella maggior parte dei casi la camera viene riscaldata. Questo processo è particolarmente semplice ed economico con le camere da vuoto realizzate in profilato di alluminio estruso di Diener electronic.

Un tipico processo di produzione è il seguente:

1. Degassificazione dei componenti con il vuoto
2. Attivazione dei componenti con il plasma
3. Rivestimento / incollaggio / verniciatura / riempimento dei componenti

Asciugatura sottovuoto

La cosiddetta asciugatura sottovuoto non è molto diversa dalla degassificazione. L’asciugatura sottovuoto riguarda l'asciugatura di prodotti imbevuti di liquidi, come acqua o solventi. Il grande vantaggio dell’asciugatura sottovuoto è che può essere eseguita a basse temperature. Infatti, più bassa è la pressione, più bassa sarà la temperatura alla quale l'acqua passa dalla fase liquida a quella del vapore.

In questo modo, i prodotti sensibili e di alta qualità possono essere essiccati molto delicatamente a bassa temperatura.

Colata manuale sottovuoto

Una sottocategoria molto diffusa della degassificazione sottovuoto è la colata manuale sottovuoto. Una colata senza formazione di bolle d'aria è obbligatoria per i componenti di alta qualità, sottoposti a sollecitazioni elevate. Nella colata manuale sottovuoto, la fusione dei pezzi avviene sotto pressione atmosferica. Di seguito i pezzi vengono esposti al gas in una camera da vuoto. In questo modo è possibile ottenere anche manualmente una colata senza bolle d'aria e di alta qualità. Questo aspetto è particolarmente interessante per le piccole serie, la ricerca e lo  sviluppo. Per la colata manuale sottovuoto è importante utilizzare rampe di pressione adeguate, per ottenere un risultato ottimale. Possono essere utilizzati anche composti speciali, non trattabili nei normali impianti di colata.

Simulazione di altezza

Oggi, molti componenti devono essere idonei al trasporto in aereo. Nonostante l'equalizzazione della pressione nelle stive degli aerei, non è possibile equalizzare completamente la fluttuazione della pressione. Si raggiunge così una pressione inferiore a 800 mbar assoluti. In un impianto di prova di Diener electronic si può simulare questa pressione sui componenti. È inoltre possibile simulare livelli di pressione notevolmente inferiori per studiare il comportamento ad esempio in caso di caduta di pressione.

Alcuni componenti, come i motori elettrici, vengono azionati anche al di fuori delle cabine pressurizzate. In questo caso è necessario garantire il corretto funzionamento. Tramite appositi passacavi, questi motori possono essere azionati all'interno della camera da vuoto.

I componenti utilizzati nello spazio devono resistere ad un carico ancora maggiore. In questo caso è necessario simulare una pressione di 10-6 mbar e inferiore. Per ottenere pressioni così basse è necessaria una pompa turbomolecolare con un'adeguata pompa di supporto.

Ricerca laser

Per la ricerca con i laser è spesso necessario utilizzare impianti per il vuoto. Saremo lieti di realizzare la soluzione adatta alle vostre esigenze.

Il vostro impianto per vuoto personalizzato

Quali sono le tipologie di impianti per il vuoto esistenti?

Sostanzialmente occorre rispondere alle seguenti domande

  • In quale campo di pressione si intende lavorare? (con vuoto grossolano, fine o sottovuoto)
  • Qual è il livello di scostamento ammissibile della pressione nominale? (Quali sono i requisiti di precisione per il regolatore di pressione?)
  • Si devono azionare rampe di pressione / curve temporali?
  • È necessario disporre di riscaldamento?
  • I gas possono emettere eventualmente sostanze dannose per la pompa o per l'ambiente ?
  • Qual è lo scopo dell’applicazione?
  • Sono necessarie delle condotte elettriche?
  • L'impianto deve essere progettato come impianto da pavimento o come unità da tavolo?

 

Sulla base delle risposte a queste domande, sarà possibile progettare un impianto adatto alle vostre esigenze.

Domande frequenti

Come si genera il vuoto?

Per ulteriori informazioni su come generare un vuoto, si rinvia alla sezione Pompe per vuoto.

Come si misura il vuoto?

Per la selezione dello strumento di misura appropriato per il vuoto è necessario rispondere ad alcune domande:

  • Con quale tolleranza deve funzionare lo strumento di misura?
  • Quale gamma di pressione è rilevante per il processo?
  • È necessario combinare vari strumenti di misura?

Nei nostri impianti si utilizzano principalmente sensori di Pirani e manometri di capacità. Saremo lieti di offrirvi la nostra consulenza per scegliere il dispositivo appropriato di misurazione della pressione.

+49 (0)7458 99931-0

Contatti telefonicamente un esperto

info@plasma.com

Ci comunichi la sua richiesta

Richiedere un preventivo

Sa esattamente cosa le serve?