Impianto al plasma in polvere

IL PLASMA RENDE POSSIBILI NUOVE PROPRIETÀ DEI MATERIALI PER POLVERI E GRANULATI SINTETICI

Attivazione della polvere UHMWPE (peso molecolare ultraelevato)

Per molte applicazioni viene utilizzata la polvere di polietilene UHMW idrofilo come opzione innovativa. Può essere utilizzato come additivo della gomma, con conseguente maggiore resistenza allo lacerazione.

Attivazione della polvere di plasma

Inoltre è possibile utilizzare la polvere di PE idrofilo per aumentare la forza adesiva tra metallo e plastica.. Questo processo di idrofilizzazione è reso possibile dal trattamento al plasma a bassa pressione. I parametri di trattamento dipendono sostanzialmente dalla dimensione delle particelle della polvere. Il tempo di trattamento al plasma può variare da 5 minuti e molte ore. Con questo metodo di trattamento si esclude il danneggiamento termico della polvere, poiché la temperatura del processo rimane costantemente bassa. Non vengono alterate neppure le proprietà di base della polvere, come la temperatura di fusione, il grado di cristallinità e la massa molare.Vari parametri di processo variabili consentono di ottenere molteplici proprietà di rivestimento.

Tetra 120

Tetra 300

PolvereAttivazione al plasmaPlasma in polvereAttivazione della polvere di plasmaTrattamento con polvere di plasmaConfronto diretto tra polvere trattata e polvere non trattata in acqua
Articolo pubblicato dall'Associazione di microtecnologia IVAM

 "20.11.2012 - Con il supporto della tecnologia del plasma, anche le polveri e i granulati sintetici possono ora essere modificati su scala industriale. Diener Plasma GmbH + Co KG, Ebhausen, ha ideato un sistema al plasma a bassa pressione che consente, ad esempio, di rendere permanentemente idrofili gli additivi idrofobici funzionali, con l'effetto di migliorare le proprietà dei prodotti per applicazioni innovative.

Il polietilene è un materiale naturalmente idrofobico e quindi incapace di assorbire l'umidità. Per questo motivo questo materiale non è utilizzabile per tutte le applicazioni. Ad esempio, spesso manca il legame chimico tra il granulato sintetico e l'additivo. Per ovviare a questa situazione, Diener ha sviluppato un impianto al plasma per idrofilizzare la polvere. Nel sistema con controllo PC, possono essere trattati come gas di processo 25 kg di polvere per lotto, aggiungendo ossigeno, azoto o argon.

Finora, il trattamento al plasma di materiali sfusi come la polvere era possibile solo in laboratorio, con quantità fino a 1 kg. Grazie a questo impianto, Diener ha creato per la prima volta i presupposti per un utilizzo su scala industriale. La polvere viene miscelata continuamente in un recipiente a tamburo durante l'intero processo, per garantire un trattamento uniforme. A causa delle basse temperature di processo, di circa 30 °C, si escludono danni termici alla polvere, le cui proprietà di base rimangono invariate. La configurazione delle proprietà superficiali desiderate viene controllata in modo specifico variando i parametri di processo.

I gruppi di ossigeno attivi nel plasma consentono applicazioni nuove e innovative per gli addetti alla trasformazione delle materie plastiche. In questo modo, l'energia superficiale della polvere di polietilene può essere decuplicata in pochi minuti. Con tali additivi, i trasformatori di materie plastiche possono, ad esempio, creare tipi di gomma con una maggiore resistenza allo strappo o produrre elementi filtranti porosi durante il processo di sinterizzazione".

+49 7458 99931-0

Contatti telefonicamente un esperto

info@plasma.com

Ci comunichi la sua richiesta

Richiedere un preventivo

Sa esattamente cosa le serve?