Amorfo

Un materiale amorfo è un materiale allo stato solido, le cui molecole non sono disposte in un reticolo cristallino, ma distribuite in modo casuale. Sostanzialmente, le molecole sono distribuite in ordine sparso come nella fase liquida, ma si trovano in uno stato di immobilità. In generale, una sostanza amorfa entra nella fase solida nel momento in cui le molecole perdono la loro mobilità a causa del raffreddamento, fino a non essere più in grado di muoversi. Gli amorfi sono spesso sostanze composte da grandi macromolecole con viscosità già elevata al momento della colata e che, una volta raffreddate, diventano così immobili da non riuscire più a disporsi. Tale principio vale soprattutto per le materie plastiche, spesso di natura semicristallina perché in alcune aree sono costituite da una sorta di reticolo cristallino. Sono spesso amorfi anche materiali ai quali sono state aggiunte molecole estranee, che ostacolano la formazione del reticolo cristallino del materiale di base. Su questo principio si basa, ad esempio, la struttura amorfa del vetro. L'assorbimento della luce avviene tramite risonanza per eccitazione di un reticolo cristallino. Per questo motivo, i reticoli di cristallo sono opachi. Poiché senza un reticolo cristallino non si verifica alcun assorbimento, generalmente le sostanze amorfe sono trasparenti. Nel caso in cui le sostanze amorfe non sono trasparenti, di solito contengono aree cristalline, ad esempio additivi di un materiale cristallino. Di solito la velocità di raffreddamento della colata permette di determinare quanto cristallino o amorfo possa diventare il solido. A velocità di raffreddamento molto elevate, le molecole non hanno il tempo di allinearsi nel reticolo cristallino prima della solidificazione e rimangono amorfe.

torna al glossario

+49 7458 99931-0

Contatti telefonicamente un esperto

info@plasma.com

Ci comunichi la sua richiesta

Richiedere un preventivo

Sa esattamente cosa le serve?