Teflon (PFA)

I polimeri perfluoroalcossi come i  PTFE idrocarburi completamente fluorurati. Mentre il PTFE può essere trattato solo per sinterizzazione, per i PFA si possono utilizzare i metodi di lavorazione termoplastici più comuni, come stampaggio ad iniezione ed estrusione ad alte temperature. Le plastiche PFA sono molto resistenti ad elevati carichi termici (punto di fusione 310° C) e come il PTFE resistenti a quasi tutti i prodotti chimici. Essi vengono impiegati quindi soprattutto nella gamma di apparecchiature di laboratorio, per esempio per tubi, contenitori, componenti di pompe e dispositivi di fissaggio. Il PFA non è bagnabile e non può essere incollato e non stampato. Essi tuttavia possono essere processati mediante etching al plasma e quindi attivati in modo che tutti questi metodi sono praticabili.

I componenti in plastica PFA possono essere incollati o stampate solo dopo un trattamento al plasma