Tensione superficiale

esercitano forze di attrazione reciproca, da cui dipende la coesione delle superfici dei solidi e dei liquidi. La grandezza fisica di questa forza è indicata dalla tensione superficiale con la forza per superficie e l'unità [N/m] o anche [mN/m]. Per effetto della tensione superficiale, le gocce di liquido tendono ad assumere la forma sferica in quanto superficie minima possibile. Maggiore è la tensione superficiale, più difficile è rompere questa forma sferica. Pertanto, gli oli a bassa tensione superficiale tendono a diventare molto più facilmente deliquescenti sulle superfici rispetto all'acqua ad alta tensione superficiale. Fondamentalmente, le gocce liquide sono deliquescenti sulle superfici solide se l'attrazione delle molecole liquide da parte delle molecole solide supera la tensione superficiale interna.  Nel caso dei corpi solidi si usa in particolare anche il termine Le molecole esercitano forze di attrazione reciproca, da cui dipende la coesione delle superfici dei solidi e dei liquidi. La grandezza fisica di questa forza è indicata dalla tensione superficiale con la forza per superficie e l'unità [N/m] o anche [mN/m]. Per effetto della tensione superficiale, le gocce di liquido tendono ad assumere la forma sferica in quanto superficie minima possibile. Maggiore è la tensione superficiale, più difficile è rompere questa forma sferica. Pertanto, gli oli a bassa tensione superficiale tendono a diventare molto più facilmente deliquescenti sulle superfici rispetto all'acqua ad alta tensione superficiale. Fondamentalmente, le gocce liquide sono deliquescenti sulle superfici solide se l'attrazione delle molecole liquide da parte delle molecole solide supera la tensione superficiale interna.  Nel caso dei corpi solidi si usa in particolare anche il termine energia di superficie nella dimensione [J/m²] o [mJ/m²] per l'energia necessaria a interrompere l'attrazione tra le molecole di superficie. I valori di tensione superficiale e di energia superficiale sono equivalenti. Valori tipici di tensione superficiale sono compresi tra 20 mN/m e 100 mN/m per i liquidi, tra 25 e 70 mN/m per le materie plastiche e le ceramiche e fino a oltre 1000 mN/m per i metalli. Ciononostante, i liquidi a volte bagnano in misura insufficiente le superfici metalliche. Questo è dovuto al fatto che la superficie di quasi tutti i metalli presenta uno strato di ossido se esposta all'atmosfera e che spesso la superficie è ricoperta da residui di idrocarburi (grassi, oli). (vedere anche ⇒ Ossido di superficie, ⇒ Pulizia delle superfici).

torna al glossario

+49 7458 99931-0

Contatti telefonicamente un esperto

info@plasma.com

Ci comunichi la sua richiesta

Richiedere un preventivo

Sa esattamente cosa le serve?