Processo di stampa

Esiste una moltitudine di processi di stampa, ai quali si aggiungono continuamente nuovi metodi innovativi. Esempi di metodi introdotti solo pochi anni fa sono la stampa a getto d'inchiostro, la stampa laser e la stampa a trasferimento d'acqua (WTD). Quest'ultima è un'opzione cui si ricorre per affrontare la difficile sfida della stampa di complesse superfici sferiche curve. Le tecniche classiche di stampa, alcune delle quali risalgono a centinaia di anni fa, sono la stampa tipografica, la stampa di timbri, la stampa offset e la litografia, essenzialmente limitate alle superfici piane. La serigrafia e la tampografia sono attualmente i processi di stampa più utilizzati per i pezzi di forma irregolare. Tutti questi processi si basano sul trasferimento di un motivo di stampa sulla superficie dell'oggetto da stampare. Una buona qualità di stampa presuppone una buona adesione alla superficie. Esistono tuttavia processi di stampa basati su cambiamenti all'interno o al di sotto di una superficie e pertanto non legati all'adesione sulla superficie. Alcuni esempi sono la stampa termica, la stampa a sublimazione e la coniatura. Il vantaggio di questi processi è che non sono vincolati ad un legame adesivo sulla superficie e non vengono necessariamente danneggiati dall'abrasione. Tuttavia, tali processi di stampa possono essere applicati solo su materiali particolarmente idonei. Per la maggior parte dei processi di stampa basati sul trasferimento degli inchiostri di stampa su una superficie, l'adesione dell'inchiostro è un importante presupposto. In linea di principio, valgono gli stessi requisiti previsti per la verniciatura in termini di energia di superficie e bagnatura.

torna al glossario

+49 (0)7458 99931-0

Contatti telefonicamente un esperto

info@plasma.com

Ci comunichi la sua richiesta

Richiedere un preventivo

Sa esattamente cosa le serve?